Organizzare un viaggio in Sudafrica fai da te

Vi svelo quale sarà la meta del nostro viaggio estivo.

Quest’anno andremo in Sudafrica, un viaggione da ogni punto di vista, economico e logistico. Non è un viaggio che costa pochissimo, soprattutto in quattro e con un figlio adolescente che ormai paga come un adulto. Non è un viaggio rilassante, in quanto l’itinerario che ho previsto richiede spostamenti quasi quotidiani e attività che ci terranno occupati per l’intera giornata. Ma sarà un’esperienza unica e indimenticabile che spero i bambini ricorderanno per sempre.

organizzare un viaggio fai da te in sudafrica

Quando ho detto ad amici e parenti che saremmo andati in Sudafrica, praticamente tutti hanno dato per scontato che mi fossi affidata ad un’agenzia di viaggi: “Non è una meta facile, è un paese pericoloso, con i bambini è meglio affidarsi a qualcuno in loco, hai prenotato con agenzia vero?”, questi sono stati i commenti più comuni.

In realtà ho organizzato tutta da sola. Sono una travel planner nata, mi diverto ad organizzare i viaggi in ogni dettaglio e mi piace informarmi con anticipo. Quindi vi posso dire che sì, studiando per bene e per tempo ogni aspetto, si può organizzare un viaggio fai da te in Sudafrica con i bambini.

Sono una travel blogger che legge i travel blog degli altri e per questo viaggio mi sono informata molto, in particolare con il blog Girovagandoioete della mia amica Paola, che ho stressato non poco con le più svariate domande e che ringrazio pubblicamente.

Un sito che consulto sempre prima di ogni viaggio è quello della Farnesina Viaggiare Sicuri. Si trovano le informazioni generali, sulla sicurezza e la situazione sanitaria del paese.

Ma bando alle ciance e vediamo come organizzare un viaggio in Sudafrica fai da te.

P

Una premessa è doverosa. Il Sudafrica è un paese enorme, più di quanto immaginassi e studiando l’itinerario mi sono resa conto che le distanze sono notevoli. A meno che non abbiate almeno un mese a disposizione, dovrete scegliere quali province visitare.

Il nostro sarà un viaggio di due settimane, 14 notti più 2 in cui voleremo. Necessariamente ho dovuto “tagliare”. Ho scelto di visitare due zone, entrambe malaria free: una a nord sopra Johannesburg, nelle province del Nordovest e di Limpopo in cui faremo safari, e la costa sud nelle province del Capo Occidentale e del Capo Orientale dove percorreremo la famosa Garden Route.

Organizzare un viaggio in Sudafrica fai da te. La scelta del volo

vista da aereo

Prima di tutto bisogna prenotare il volo per il Sudafrica, una volta stabiliti i giorni a disposizione. Le opzioni sono due. O volare andata e ritorno sullo stesso aeroporto, i principali sono Johannesburg e Cape Town serviti dalla maggior parte delle compagnie aeree, o optare per voli multitratta, ovvero andata su un aeroporto, ad esempio Johannesburg e ritorno da un altro, ad esempio Città del Capo. Le compagnie aeree permettono anche questa opzione ma ad un costo maggiore.

A meno che non restiate sempre nel nord, in quel caso volando su Johannesburg, o nel sud, quindi volo su Cape Town, uno o due voli interni sono necessari, per accorciare i tempi ed evitare estenuanti spostamenti in auto.

Ci sono tanti aeroporti in Sudafrica che permettono tante combinazioni di viaggio: Durban, Port Elizabeth, Lanseria, per citare i più noti. Sui siti come Skyscanner, Volagratis o Expedia, potete acquistare i voli interni. Si tratta in genere di voli operati da compagnie sudafricane low cost o partner di compagnie di linea come British Airways o South African Airlines. Io ho prenotato due voli interni su Skyscanner con British e Comair.

Parcheggio in aeroporto

Altra spesa da considerare, a meno che non abbiate parenti o amici disponibili a portarvi e a riprendervi, è il parcheggio all’aeroporto in Italia. La scelta è tra un parcheggio aeroportuale e nel caso dovrete studiarvi bene le varie opzioni (parcheggio coperto, scoperto, più o meno vicino al terminal) e ricordarvi di prenotare in tempo perché vanno a ruba nei periodi di alta stagione, e un parcheggio privato, in genere posto nelle vicinanze degli aeroporti. Ce ne sono tanti e non tutti offrono servizi adeguati.

Quest’anno abbiamo scelto Jet Park che opera a Malpensa e da pochissimo anche a Bergamo/Orio (perfetto per chi vola soprattutto con Ryanair). Jet Park è una società giovane che offre servizi a 360° gradi. Oltre alla navetta da e per l’aeroporto, è possibile prenotare una navetta dedicata o il car valet (consegnare la propria auto ad un autista direttamente in aeroporto). Si possono scegliere molti altri servizi come il lavaggio dell’auto e il refresh dell’abitacolo, il rifornimento carburante, l’avvolgimento dei bagagli e molti altri. Date un’occhiata al sito di Jet Park per maggiori informazioni, poi al rientro vi racconterò la nostra esperienza.

jet park parcheggio malpensa

Assicurazione viaggio

Non partite mai senza un’assicurazione viaggio, che vi copra in caso di cancellazione del viaggio per malattia o altro, per ritardo dell’aereo, perdita dei bagagli, ma anche, nella peggiore delle ipotesi, nel caso in cui abbiate bisogno di assistenza sanitaria all’estero. Con un’assicurazione viaggio sarete rimborsati per le spese mediche che avrete dovuto sostenere all’estero.

Designed by Rawpixel.com

Tra le diverse compagnie assicurative, noi ci affidiamo a Columbus Assicurazione (qui trovate tutte le informazioni sulla nostra assicurazione viaggio) e abbiamo scelto una polizza annuale multiviaggio, che copre tutti i viaggi, anche brevi, che facciamo con tutta la famiglia in un anno, in ogni parte del mondo. Con il codice sconto CIPOLL otterrete uno sconto del 5%.

Viaggio in Sudafrica fai da te. La scelta degli alloggi

Deciso l’itinerario, procedo con la prenotazione degli alloggi. Da quando viaggiamo con i bambini non ci affidiamo al caso e prenotiamo sempre in anticipo gli alloggi. In genere mi affido a Airbnb per la scelta degli appartamenti, in caso di soggiorni di più di tre notti, perché l’appartamento, oltre a darci un senso di casa, ci dà più libertà di orari e spazi. Altro sito che controllo sempre è Booking dove si trovano sempre buone offerte per hotel, guesthouse, b&B e appartamenti. Leggo sempre con attenzione le recensioni degli ospiti e controllo le foto dei viaggiatori su Tripadvisor (non mi fido di quelle delle strutture).

In Sudafrica sono molto frequenti le guesthouse, una via di mezzo tra piccoli hotel e b&b, che in genere offrono colazione e cena.

Ho scoperto con sorpresa che gli alloggi in Sudafrica non sono cari e si trovano ottime sistemazioni a buoni prezzi. Abituata ai prezzi del Nord Europa è una manna dal cielo.

Organizzare un viaggio in Sudafrica fai da te. Il noleggio auto

noleggioauto organizzare viaggio fai da te in sudafrica

In Sudafrica l’auto è fondamentale per gli spostamenti. I mezzi pubblici non sono sempre affidabili e addirittura alcune tratte in treno o autobus pubblici sono sconsigliate dal sito della Farnesina.

Da anni mi affido ai siti di rental cars che confrontano i prezzi delle principali compagnie di autonoleggio e propongono sempre buoni prezzi. Sui siti delle compagnie di autonoleggio trovo sempre prezzi più alti.

Quest’anno abbiamo scelto per la prenotazione del nostro autonoleggio Auto Europe, una compagnia che opera in tutto il mondo da anni e che offre prezzi davvero competitivi.

Noi abbiamo acquistato due noleggi auto con Auto Europe, uno all’arrivo all’aeroporto di Johannesburg per i primi giorni al nord e l’altro a Cape Town per la zona sud che visiteremo.

Viaggio in Sudafrica fai da te. I documenti di viaggio

Voli, alloggi, auto prenotati, itinerario stabilito ma una cosa a cui pensare con largo anticipo sono i documenti di viaggio.

viaggio in sudafrica con bambini i documenti

In Sudafrica è obbligatorio il passaporto elettronico, anche per i minori. Il visto per soggiorni entro i 90 giorni viene rilasciato al momento dell’ingresso nel paese. Per i minori è vivamente consigliato anche il certificato di nascita multilingue con l’indicazione dei genitori, che potrebbe essere richiesto alla dogana di arrivo. Si richiede al proprio comune di residenza e in pochi giorni viene emesso.

Per il passaporto considerate che la Questura impiega circa 15 giorni per il rilascio, dalla data della richiesta.

Per guidare è sufficiente la patente italiana ma molte compagnie di autonoleggio richiedono la patente internazionale (modello Convenzione di Vienna 1968 o Ginevra 1949). Si richiede alla motorizzazione o ad un’autoscuola (a prezzo maggiorato). Il costo è di circa Eur 80. Sul sito del Ministero dei Trasporti potete trovare tutte le informazioni. Ricordatevi che in Sudafrica la guida è a sinistra.

Portate con voi copia della vostra assicurazione viaggio con tutti i numeri utili in caso di necessità.

Viaggio in Sudafrica con i bambini. Le vaccinazioni

Per quanto riguarda i vaccini, affidatevi al vostro medico e pediatra o parlatene con il centro vaccinazioni internazionali della vostra Asl che sapranno consigliarvi al meglio.

Sul sito Viaggiare Sicuri è chiaramente detto che non ci sono vaccinazioni obbligatorie per entrare in Sudafrica (se non quella per la febbre gialla per chi proviene da paesi endemici).

È tuttavia consigliato il vaccino antimalarico se si intende visitare zone a rischio malarico. Le zone a rischio malaria in Sudafrica sono la parte orientale del Limpopo (incluso il Kruger Park), dello Mpumalanga e nell’area nord-orientale del KwaZulu-Natal (in particolare la zona delle “Wetlands” intorno a Saint Lucia), specialmente nel periodo da ottobre a maggio.

La decisione di vaccinarsi è personale e dipende da vari fattori tra cui il periodo dell’anno in cui si viaggia. In inverno (la nostra estate) il rischio è praticamente nullo, in estate (il nostro inverno) il rischio è presente ma c’è chi si protegge semplicemente con repellenti e vestiti coprenti.

Può essere buona regola vaccinarsi per altre malattie come epatite A e tifo (ma questo vale ovunque in Asia, Africa e Sud America). Usare sempre il buon senso, mantenere un alto livello di igiene personale, bere solo acqua in bottiglia, niente ghiaccio e mangiare solo cibi cotti e ben lavati.

Ripeto, il consiglio del vostro medico è la cosa migliore.

Viaggio in Sudafrica fai da te: i safari

In un viaggio in Sudafrica un safari non può certo mancare. Benché il Sudafrica abbia molto altro da offrire, un safari è un’esperienza imperdibile.

viaggio fai da te in sudafrica safari
Photo credits: www.pilanesbergnationalpark.org

Durante il mio studio pre-partenza, ho scoperto che si possono fare safari nei parchi nazionali o nelle riserve private, in self drive (con la propria auto) o con i rangers dei parchi.

I parchi nazionali, tra cui il Kruger e l’Addo Elephant per citare i più famosi, hanno un costo d’ingresso più basso rispetto alle riserve private. L’ingresso nei parchi nazionali si chiama conservation fee e varia a seconda del parco. Il safari con i rangers ha un costo a parte e in questo caso vi consiglio di contattare il parco stesso per avere i prezzi e gli orari e prenotare.

Le riserve private offrono safari per chi soggiorna all’interno ed hanno un prezzo più alto. Sono spesso resort a cinque stelle ma cercando bene on line si possono trovare buone offerte. Tra l’altro non in tutte le riserve è obbligatorio soggiornare all’interno.

Quale safari scegliere tra safari in autonomia e organizzato? Entrambi hanno pro e contro. Un self drive permette di essere più liberi nei tempi e nei percorsi. Ci si ferma dove si vuole e si resta per il tempo che si vuole. In quello organizzato è più facile fare gli avvistamenti perché i rangers sanno dove andare e tra di loro si tengono informati sugli animali in giro. Certo, si è con altre persone e bisogna attenersi ai tempi dei rangers. Noi abbiamo deciso di provare entrambi i tipi di safari. Faremo dei safari con i rangers e con la nostra auto.

Con questo post ho cercato di darvi alcuni consigli su come organizzare un viaggio in Sudafrica fai da te con i bambini, in base alle informazioni che ho raccolto prima della nostra partenza. Al ritorno saprò essere più precisa e scriverò nuovi articoli dettagliati, quindi restate collegati!

Share if you like it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: