Paese di Babbo Natale

Il Paese di Babbo Natale a Chianciano Terme

In questo post vi parlerò di quello che troverete al Paese di Babbo Natale, vi darò alcune informazioni pratiche e come sempre vi lascerò le mie considerazioni e consigli.

Sono stata insieme a Cipolla al Paese di Babbo Natale a Chianciano Terme, giunto alla sua quarta edizione. Ogni anno gli organizzatori cercano di ampliare l’offerta per le famiglie proponendo nuove attrazioni. Ero quindi curiosa di vedere come fosse e capire se anche ai bambini più grandicelli come Cipolla potesse piacere. Ebbene l’atmosfera natalizia del Paese di Babbo Natale ci ha conquistate.

Paese di Babbo Natale Terme di Chiaciano

Paese di Babbo Natale

Chianciano Terme, di cui vi avevo parlato in occasione della nostra giornata alle Piscine Termali Theia, ha iniziato negli ultimi anni una trasformazione da località di villeggiatura termale classica a cittadina turistica rivolta alle famiglie. Il primo esempio sono le Piscine Termali Theia, assolutamente family friendly, con una vera e propria area benessere per i bambini anche piccolissimi.

Dal 2014 a Chianciano Terme c’è il Paese di Babbo Natale e da quest’anno l’intento degli organizzatori è di diffondere l’atmosfera natalizia in tutto il paese, con l’aiuto dei negozianti e delle strutture ricettive, affinché Chianciano diventi il Paese di Babbo Natale in Toscana.

Troverete quindi l’ambientazione natalizia e le attività per le famiglie non solo nella location vera e propria del Paese di Babbo Natale, ma anche in altre zone, compreso il centro storico medievale.

Ma andiamo per gradi e vediamo insieme cosa ha da offrirci il Paese di Babbo Natale.

Paese di Babbo Natale

Paese di Babbo Natale: Il Parco Acqua Santa

Appena varcato l’ingresso delle Terme di Chianciano ci troviamo davanti al bellissimo Parco Acqua Santa, cornice ideale del Paese di Babbo Natale.

Paese di Babbo Natale

 

Il bosco con alberi secolari, i sentieri per le passeggiate nel verde, le illuminazioni natalizie e le casette di legno che ospitano il mercatino natalizio ricreano in pieno la magica atmosfera del Natale. E’ questo il centro del Paese di Babbo Natale, qui si può curiosare tra le casette e far giocare i bambini nella pista dei quad (a pagamento, 5 euro per 10 minuti) o nella pista di pattinaggio (peccato che quando siamo state noi non fosse ancora aperta per via della temperatura non sufficientemente bassa), o anche solo farli correre nel giardino. Lo spazio davvero non manca.

Nelle casette di legno mi sarei aspettata di trovare più prodotti tipici natalizi sinceramente, mentre in realtà ci sono prodotti artigianali di vario genere. Qui trovate anche gli stand gastronomici dove pranzare o fare merenda. Nel centro del parco sarà a breve allestito un Presepe.

PaeseBabboNatale

Quello che mi ha colpito è stato lo spazio che permette di godersi al meglio il parco anche nelle giornate di grande affollamento. Stessa cosa per gli spazi al chiuso che non sono piccoli e angusti, come a volte capita di trovare rendendo la visita stressante e ingestibile con i bambini. Più spazio = no stress e giornata piacevole per grandi e piccini.

Il Paese di Babbo Natale: la Casa degli Elfi

La Casa degli Elfi è la prima parte al chiuso che incontriamo sulla sinistra non appena entrati nel Paese. E’ qui che si paga il biglietto d’ingresso e dove ci vengono forniti i braccialetti che ci serviranno per poter entrare ed uscire dalle varie zone del parco. Un’atmosfera natalizia ci avvolge subito con colori e musiche. Il primo personaggio che incontriamo è Super Mario, curioso che sia qui anche lui. Proseguiamo e un simpatico Elfo prende l’impronta dell’indice di Sofia e le consegna la sua carta d’identità di bambino buono insieme ad alcuni elfichi i soldi di Elfolandia che serviranno per pagare le varie attività.

paese di babbo natale chianciano

Giriamo l’angolo ed eccoci finalmente nel Mondo degli Elfi. Tante casette colorate, un grande mulino in movimento e tanti elfi sorridenti e scherzosi che aspettano i bambini per giocare e ballare con loro (c’è pure la discoteca degli Elfi!). Cipolla partecipa ad un paio di laboratori dove si possono colorare le decorazioni natalizie e creare piccoli oggetti con il pongo. Si visita poi la casetta deli Elfi, che è davvero carina con i piccoli lettini, la cucina e il caminetto. Gli Elfi sono già indaffarati a prepare i regali per i bambini.

Paese di Babbo Natale Chianciano Casa degli Elfi Paese di Babbo Natale

Seguiamo il percorso verso l’uscita, dove incontriamo gli animali del polo nord amici di Babbo Natale ed usciamo all’aperto. Adesso si può decidere se fare un giro sul quad, visitare il mercatino o inoltrarsi nel parco ed andare a visitare l’attrazione clou.

Il Paese di Babbo Natale: la Casa di Babbo Natale

Ci sarà davvero Babbo Natale e cosa starà facendo? Per prima cosa bisogna passare dall’ufficio postale del polo nord. Un elfo postino consegna la letterina ai bambini, che si siedono nei grossi banchi e iniziano a scrivere. Cosa avranno richiesto? Cipolla, come ogni anno, ha chiesto un cane vero e temo che anche quest’anno Babbo Natale non potrà accontentarla… 🙂

Paese di Babbo Natale

Imbuchiamo la nostra letterina nella grande cassetta delle lettere e giriamo l’angolo….magia: siamo nella casa di Babbo Natale! C’è il lettone, il caminetto, la cucina, la grande slitta con tanti regali e le renne ma soprattutto c’è lui, Babbo Natale, seduto sulla sua grande poltrona pronto ad ascoltare i desideri di ogni bambino.

Paese di Babbo Natale

L’emozione dei più piccoli è davvero tanta e anche Cipolla è un po’ intimorita dalla presenza di Babbo Natale che molto dolcemente le chiede cosa vorrebbe per regalo. E’ un Babbo Natale davvero dolce e  simpatico e l’emozione si è sciolta con un bacio e foto ricordo.

Il Paese di Babbo Natale: il Mondo delle Fiabe

Il Mondo delle Fiabe è la grande novità di quest’anno. E’ ambientato nella bella e grande Sala della Mescita dove i bambini sono accolti e coinvolti in quattro mini spettacoli teatrali: il Gatto con gli Stivali, Frozen-Il compleanno di Olaf, la Bella e la Bestia e la storia di Theiamilla, la giraffa mascotte delle Teme di Chianciano.

Paesedibabbonatale

La particolarità di questi spettacoli è che, rispetto a quelli classici con il pubblico seduto di fronte al palco, gli attori stanno accanto agli spettatori e interagiscono con loro. L’attenzione è tutta sul racconto e sulla capacità di coinvolgimento degli attori e volutamente si è lasciato l’ambiente spoglio con una scenografia minimale. E’ stato bello vedere come i bambini, ormai abituati a giochi digitali ed effetti speciali, siano rimasti incantati dal racconto delle favole fatto da personaggi in carne ed ossa.

Ad accogliere i bambini nel Mondo delle Fiabe ci sono Masha e Orso. I più piccoli restano a bocca aperta nel vedere i loro beniamini dal vivo. Anche Cipolla, che piccolina non è più ahimè, si è fatta la foto ricordo con Masha e Orso, tutta contenta.

Paese di Babbo Natale Chianciano

Dopo Masha e Orso un simpatico cantastorie introduce i bambini al primo spettacolo. La favola del Gatto con gli Stivali mi riporta all’infanzia. I bambini si siedono a terra e ascoltano i bravi attori che interagiscono con loro. Salutiamo il furbo Gatto, il cantastorie ci conduce ora in una seconda stanza dove per terra ci sono dei pacchi regalo. Sono per Olaf che compie gli anni e tutti i bimbi gli cantano tanti auguri. Un’altra fiaba ci aspetta poco più avanti: la Bella e la Bestia che si conclude con un romantico ballo tra Belle e il Principe.

E per concludere il percorso ecco la fiaba della giraffa Theia Milla che i bambini hanno già conosciuto alle Piscine Termali Theia. E’ una favola creata per spiegare ai più piccoli come nasce l’acqua termale.

Finiti gli spettacoli, foto ricordo con tutti i personaggi delle fiabe.

L’ingresso al Mondo delle Fiabe si paga a parte rispetto all’ingresso al Paese di Babbo Natale. Ci sono tre spettacoli al giorno che durano circa 45 minuti.

Il Paese di Babbo Natale: orari e prezzi

Il Paese di Babbo Natale è aperto dal 4 novembre al 26 dicembre 2017, tutti i sabati e le domeniche dalle 10 alle 20. Da dicembre è aperto anche i venerdì e i giorni prefestivi dalle 15 alle 20.

Prezzi: il biglietto è unico per adulti e bambini dai 2 anni in su e costa 9 euro. Non sono previsti biglietti per famiglie. Da notare che il Mondo delle Fiabe ha un costo a parte, anch’esso di 9 euro.

E’ previsto un biglietto unico Paese di Babbo + Mondo delle Fiabe a 14 euro. Per una famiglia di 4 persone una giornata al parco può costare fino a 56 euro, non proprio poco in effetti.

Il Paese di Babbo Natale: gli altri eventi a Chianciano

Come dicevo all’inizio, Chianciano punta a diventare IL paese del Natale e per questo motivo da quest’anno altre location contribuiranno a creare l’atmosfera natalizia. Lungo viale Roma che dalle Terme sale fino a Piazza Italia, i commercianti abbelliranno i propri negozi con i colori del Natale e l’apertura degli stessi sarà estesa anche ai giorni festivi. Ovunque ci saranno luminarie e decorazioni. La facciata del Grand Hotel ospiterà un gigantesco calendario dell’Avvento.

In Piazza Italia, centro nevralgico di Chianciano Terme, ci saranno le giostre e l’animazione per i bambini e ogni sabato si potrà addirittura cenare con Babbo Natale. La cena tipica toscana al costo di 22 euro per gli adulti e 15 per bambini, menu per celiaci a 12 euro, ci sarà tutti i sabati alle 20 su prenotazione.

Il Paese di Babbo Natale: visita al paese di Chianciano con il trenino

Un’attrazione davvero carina da fare con i bimbi è il trenino “la freccia del Natale” che partendo dal Paese di Babbo Natale attraversa tutto il paese fino al centro storico medievale di Chianciano. Qui, oltre ad ammirare i caratteristi vicoli stretti, le piccole piazze e lo stupendo panorama sulla campagna toscana, si nasconderà il burbero Grinch pronto a stupire i visitatori con degli scherzetti. In paese si potrà anche vedere un Presepe d’Autore.

Paese di Babbo Natale Chianciano

Il trenino costa 4 euro per gli adulti e 2 euro per i bambini dai 3 ai 10 anni. Il giro si può fare in un’unica corsa andata e ritorno oppure frazionato, salendo e scendendo a piacimento alle varie fermate.

In conclusione, mi sento proprio di consigliarvi il Paese di Babbo Natale. I bambini rimarranno incantati dai tanti personaggi che incontreranno e anche i più grandicelli sapranno apprezzarlo. Gli spazi sono ampi e anche nei giorni più affollati ci sarà “spazio vitale” per tutti. Le attrazioni da vedere non sono poche e anche se il biglietto non è proprio economico per una famiglia, credo che ne valga la pena. Vi suggerisco di abbinare una giornata alle Piscine Termali Theia e una gita in uno dei tanti stupendi paesi vicini, Montepulciano e Pienza, per citare quelli più vicini. Insomma, il Paese di Babbo Natale può essere l’occasione per passare un weekend in Toscana con la famiglia.

 

Parco Acqua Santa Chianciano

Share if you like it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *