Visitare Berlino con i bambini: le attrazioni imperdibili

Come organizzare la visita ad una città come Berlino insieme ai bambini? Ecco i miei suggerimenti sulle cose assolutamente da non perdere con i bambini piccoli, ma che piaceranno anche ai grandi.

Berlino è una città unica, diversa dalle altre grandi capitali europee che avevo visitato. Quello che mi ha colpito subito di Berlino è il suo essere una città in continuo divenire. Difficile trovare la stessa Berlino se la si visita in anni diversi, i cantieri aperti stanno portando a termine la sua trasformazione da città post bellica in città moderna dall’architettura innovativa. Quello che resta della Berlino distrutta dopo la seconda guerra mondiale, la Berlino divisa in due dagli anni 60, la Berlino dei quartieri dormitorio, la Berlino della malfamata zona della stazione dello Zoo è solo un ricordo. Berlino si è rialzata dalle sue macerie, è stata riunificata ed oggi è la degna capitale di una grande nazione.

Berlino è, forse inaspettatamente, una città a misura d’uomo. I parchi e le zone verdi non mancano, le biciclette sono diffusissime, grazie ad un’efficiente rete di piste ciclabili, le famiglie trovano una città accogliente e kids-friendly.

Noi abbiamo visitato Berlino quando i Cipolli avevano 9 e 6 anni, in Agosto. Ci siamo trovati subito bene in questa città, nonostante sia una metropoli molto grande, a tratti caotica (come tutte le grandi capitali), visitata da tanti turisti, ma anche molto vissuta dai suoi cittadini. Abbiamo visto famiglie e giovani seduti nei tanti bar e locali all’aperto, fare pic nic nel Tiergarten, girare in bicicletta e riposarsi nei biergarten lungo il fiume Sprea.

Ho parlato dettagliatamente dei nostri cinque giorni a Berlino nei miei guest-posts sul blog The Family Company, dove trovate anche i miei consigli sui ristoranti kids-friendly e informazioni pratiche sui mezzi pubblici e i biglietti per le varie attrazioni. Il primo consiglio che vi do è di comprare la Berlin Welcome Card, con cui avrete sconti su tutte le attrazioni della città e il trasporto sui mezzi pubblici gratuito. Qui vi voglio parlare di quello che si può fare con i bambini a Berlino, cercando di coniugare gli interessi degli adulti con quelli dei piccoli. Premetto che abbiamo dovuto rinunciare ad alcune attrazioni per mancanza di tempo e per cercare di andare incontro alle esigenze dei bambini. Una tra tutta: l’Isola dei Musei, dove ci sono i principali musei cittadini, ma mi sono ripromessa di andarci la prossima volta che torneremo a Berlino.

Le cose da fare e da vedere a Berlino sono davvero molte, ho quindi deciso di pubblicare due articoli separati, uno con le attività per i bambini più piccoli, l’altro per quelli già più grandicelli. Oggi vi parlo di cosa fare a Berlino con i bambini piccoli, ma vi accorgerete che queste cose vanno benissimo anche per i più grandi. Se viaggiate con neonati o poco più grandi vi accorgerete che è facile girare le città con i piccoli nei marsupi o nei passeggini, anzi si riescono a visitare “cose da grandi” come musei e chiese che non sono proprio amati dai bambini.

Gita in battello sul fiume Sprea

Se seguite questo blog, avrete capito che amo molto fare le gite in battello in ogni città che visitiamo. Lo trovo un modo originale, comodo e divertente per farsi un’idea del posto e scoprire qualche attrazione che poi possiamo visitare con calma nei giorni seguenti.

berlinogitabattello

Esistono varie compagnie di navigazione che effettuano gite in battello da un minimo di un’ora fino alla giornata intera. Noi abbiamo optato per la gita di un’ora con la compagnia Reederei Bruno Winnkler, perché offriva un particolare sconto ai possessori della Berlino Welcome Card.

Il tour parte da Friedrichstrasse, raggiunge l’Isola dei Musei per poi tornare indietro fino alla Haus der Kulturen den Welt (conosciuta anche come “l’Ostrica Gravida”, che nome bizzarro). Rimango subito incantata dai bellissimi edifici che ci scorrono davanti (la stazione centrale Hauptbahnhof, il parlamento Reichstag, il Duomo, la Torre della TV, il Municipio Rosso), a dimostrazione di come architettura antica e moderna possano convivere tranquillamente, grazie ad un progetto urbanistico intelligente. Io mi sono innamorata di Berlino e della sua architettura in quel momento e i Cipolli si sono divertiti un monte.

Torre della TV e Alexander Platz

Alexander Platz è il cuore di Berlino Est. La piazza di per sé non è particolarmente bella: un enorme spazio con caseggiati in stile DDR con due sole interessanti attrattive: l’Orologio Mondiale e la Fontana dell’Amicizia Internazionale. Alexander Platz è però il luogo di ritrovo della nuova Berlino e non può mancare in un tour della città. Migliaia di persone, famiglie, turisti, artisti di strada la riempiono ogni giorno, affollando i tanti locali e i negozi più disparati. Ma soprattutto ad Alexander Platz c’è il simbolo di Berlino, che con i bambini non potete assolutamente perdere: la Fernsehturm, la Torre della TV.

Ai tempi delle due Berlino, la costruzione in tempi rapidissimi della Torre della TV, diventato l’edificio più alto della città, fu un affronto del governo della DDR al mondo occidentale e la dimostrazione della sua superiorità tecnologica.

berlinovistatorretv

Vedere le città dall’alto di torri e grattacieli è molto divertente per i bambini e la Torre della Tv di Berlino non è da meno. I suoi 203 metri si raggiungono in pochi secondi con un moderno ascensore. In cima c’è una piattaforma panoramica girevole, un bar e un ristorante.

I biglietti acquistati alle casse hanno uno sconto del 25% con la Berlin Welcome Card. Le code alle casse e agli ascensori possono essere molto lunghe. Il mio consiglio è quindi di andare subito alla cassa e poi verificare l’orario d’ingresso previsto, indicato sui display. Nell’attesa si può visitare la piazza e fare qualche salto sui tappeti elastici posti sotto la torre.

Per evitare le code si possono acquistare on line i biglietti fast track, che permettono di accedere agli ascensori direttamente. Un altro modo è quello di prenotare un tavolo al ristorante girevole in cima alla torre. I prezzi non sono poi così proibitivi e la vista è unica. Tutte le info sui biglietti qui.

Legoland Discovery Center

Abbiamo visitato il Legoland di Berlino in un pomeriggio. E’ stata la nostra prima “esperienza Lego” e ci è piaciuto tantissimo. I Legoland parks, come quelli di Billund e Windsor, sono un’altra cosa, in quanto sono veri e propri parchi gioco, in stile Gardaland per intendersi, dove tutto è costruito con i famosi mattoncini e dove ci sono giochi e montagne russe. Il Legoland Discovery Center di Berlino è una sorta di museo-gioco su due piani, piccolino e al coperto, dove si sperimenta il mondo dei mattoncini.

legolandberlinominiland

Appena entrati c’è il Miniland, con la ricostruzione (ovviamente con i mattoncini lego) dei più famosi edifici di Berlino, con personaggi in movimento, la metropolitana che corre e con tanto di abbattimento del muro in diretta, stupendo! Poi si incontrano famosi personaggi di lego. Noi non abbiamo potuto esimerci dalla foto con Harry e Hermione! Proseguendo, si sale sul Dragon Ride e si entra in un tunnel buio dove tutto è ambientato in stile horror (ma adatta ai bambini). Si incontrano pirati, fantasmi, draghi, scheletri, tutti di lego. Al piano terra c’è un’ampia aerea gioco con centinaia di mattoncini a disposizione dei bambini, che passeranno qui ORE a costruire. Per i piccolini c’è l’angolo morbido Duplo. Molto carino lo spazio con le piste per le macchinine. In un piccolo teatro uno spettacolino intrattiene i bambini, peccato fosse solo in tedesco. Ci si mette in fila e si aspetta il proprio turno per partecipare alla visita guidata all’interno della fabbrica Lego, dove ci viene spiegato (in inglese e tedesco) e mostrato come nascono i mattoncini. E all’uscita c’è un ricordino per tutti.

legolandberlino

I biglietti per Legoland si possono acquistare on line per avere un buono sconto, oppure usufruire dello sconto alle casse con la Berlin Welcome Card.

Aquadom & Sea Life

Non so se capita anche a voi, ma in ogni città che visitiamo con i bambini uno zoo o un acquario non ce lo possiamo perdere. Il Sea Life di Berlino, come altri simili in giro per il mondo, non è un acquario molto grande, ma è fatto a misura di bambino con sale colorate e con vasche e acquari in cui ammirare tante specie marine.

Aquadom Sealife Berlino

L’attrazione principale e imperdibile del Sea Life di Berlino è l’Aquadom. Si tratta di un grande cilindro di vetro riempito con 1m di litri di acqua salata in cui nuotano centinaia di pesci. Al suo interno c’è un ascensore che sale e scende lentamente. Sembra di essere nell’acqua con i pesci. L’Aquadom si trova in un cortile coperto sul quale si affacciano le camere di un hotel, buffo vedere i pesci nuotare con le finestre dell’hotel sullo sfondo.

On line trovate buoni sconti se comprate i biglietti in anticipo oppure potete usufruire dello sconto alle casse con la Berlin Card. Noi non abbiamo trovato code alle casse in agosto.

Zoo di Berlino

Zoo di Berlino

Lo zoo di Berlino è una vera e propria istituzione della città con i suoi 170 anni di vita. Oltre a raccogliere più di 19.000 animali, lo zoo collabora con i più importanti programmi mondiali di conservazione delle specie in via di estinzione.

Animali Zoo di Berlino

Per i bambini, oltre naturalmente ai tanti animali da vedere, c’è la Pet Farm, una fattoria dove possono entrare ed accarezzare caprette e coniglietti, e un bel parco giochi. Ogni giorno ad orari stabiliti si può assistere alla nutrizione degli animali, controllate il sito per gli orari precisi.

Museo di Scienze Naturali

Volete vedere lo scheletro di dinosauro più grande del mondo? Allora dovete andare al Museo di Scienze Naturali di Berlino. Appena varcata la soglia d’ingresso, si torna indietro di 150 milioni di anni: quattro grandi scheletri di dinosauri, nonché fossili di piante e animali dell’era giurassica, aspettano piccoli visitatori. Il protagonista della sala è il gigantesco brachiosauro. Non perdetevi i “giurassiscopi”, dei telescopi multimediali con cui vedere i dinosauri in azione nel loro ambiente preistorico.

museo delle scienze naturali berlino muro delle biodiversità

Lungo il percorso del museo, si visitano la Sala dei Minerali, molto apprezzata da Cipollo, con tantissimi esemplari di minerali, il Muro della Biodiversità, un’enorme teca dove sono esposti circa 3000 specie animali, la Collezione Umida, con 230.000 barattoli di vetro in cui sono conservati animali di ogni specie, utili per le ricerche scientifiche.  Molto bella anche la Sala del Sistema Solare, con il multimediale globlo terrestre al centro. Qui vengono spiegati la nascita della terra, il vulcanismo, la tettonica a zolle e l’evoluzione dell’uomo. Nel Planetario i bambini possono sdraiarsi sul divano rotondo e vedere un video sulla nascita della Terra e del Sistema Solare. E’ solo in tedesco, ma le immagini sono comunque suggestive. Ci sono audioguide gratuite all’ingresso fino ad esaurimento e pannelli esplicativi.

museo di scienze naturali berlino dinosauri

Tiergarten

Il polmone verde di Berlino è un’ottima base per un pic nic all’aperto, una gita in bicicletta o semplicemente un momento di relax con i bambini, dopo tanto camminare. C’è anche un bel parco giochi dove i bambini possono giocare liberamente, tanti laghetti dove affittare una barchetta a remi. Vi sentirete dei veri berlinesi, perché qui gli abitanti di Berlino vengono per passare un momento di relax nella natura pur essendo in pieno centro città.

tiergarten berlino visto dal reichstag

Se siete arrivate fin qui, sarete curiosi di scoprire cosa fare a Berlino con i bambini più grandi e gli adolescenti. Ne parlerò nel prossimo post, stay tuned!

 

 

 

Share if you like it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *