Viaggio a Londra: London Eye, Tower Bridge, Tate Modern e molto altro

Il nostro viaggio a Londra prosegue. Venite a scoprire cosa abbiamo fatto il secondo giorno nella capitale inglese.

Secondo giorno del nostro viaggio a Londra con i bambini

l primo giorno a Londra con i bambini è passato velocemente tra volo, sistemazione nella “nostra” casa e primo giro perlustrativo nel West End. Oggi ci aspetta una giornata bella intensa e ricca di emozioni.

London Eye

Per la mattina del nostro secondo giorno a Londra avevo scelto un’attrazione che i bambini avrebbero sicuramente amato: la ruota panoramica London Eye.

viaggio a londra london eye

Avevo acquistato i biglietti on line, cosa che vi consiglio di fare, soprattutto se andate in periodi di alta stagione. Un po’ di coda all’ingresso c’è sempre, benché scorrevole, ma almeno vi garantite il vostro posto assicurato nell’orario preferito. Sì perché al London Eye si entra con i time slot, orari prestabiliti prenotabili in anticipo. La ruota effettua un unico lento giro panoramico della durata di 30 minuti, in cui si ha la possibilità di ammirare Londra dall’alto da ogni punto e nelle giornate limpide fino a 40 km di distanza.

Definire il London Eye una ruota panoramica è riduttivo. Appena arrivati siamo rimasti subito colpiti di quanto fosse grande e alta. Con i suoi 135 metri di altezza il London Eye domina lo skyline londinese e si erge maestosa sul Tamigi.

Le 32 capsule sono grandi e possono ospitare fino a 28 persone, sono completamente trasparenti per permettere una visione perfetta. La particolarità è che le capsule rimangono sempre esterne alla struttura, così quando si è nel punto più alto si è sopra la ruota stessa. Non si ha nessuna sensazione di dondolamento, forse non è consigliabile a chi soffre di vertigini, ma dentro le capsule ci sono dei sedili per chi non sopporta guardare in basso. Il bello però è stare appiccicati alle pareti. I tablet in diverse lingue descrivono i vari edifici che via via si vedono. Inutile dirvi che i Cipolli si sono divertiti un sacco e una volta scesi avrebbero voluto risalire. Compreso nel prezzo c’è la visita al cinema 4D che noi non abbiamo visitato.

viaggio a londra london eye

Ed ora la nota dolente: il prezzo. I biglietti non costano poco, per una famiglia di 4 persone il prezzo è 94 sterline, acquistandoli on line si ha un risparmio del 10% e si ha la sicurezza del posto riservato all’orario scelto. Se avete idea di visitare altre attrazioni turistiche di Londra per bambini come Madame Tussaud’s, Shrek’s Adventure, Sea Life Aquarium potete acquistare il biglietto per più attrazioni e avere maggiori sconti. Scegliete tra tutte le combinazioni di biglietti possibili.

Vi segnalo il bellissimo playground ai Jubilee Gardens ai piedi del London Eye, dove far correre e giocare i bambini.

Questa zona di Londra, chiamata South Bank, la riva sud del fiume Tamigi è oggi una zona molto frequentata e con diverse attrazioni interessanti. Oltre al London Eye, si trovano uno dei musei d’arte contemporanea più belli al mondo, la Tate Modern, il teatro Shakespeare’s Globe, ricostruito il più fedelmente possibile a quello dei tempi del celebre scrittore, il miglior mercato gastronomico di Londra il Borough Market e il grattacielo più alto lo Shard. Ci sono ottimi motivi per visitare questa zona.

Gita in battello sul Tamigi

Una volta scesi dal London Eye, decidiamo di prendere un battello per fare un giro sul Tamigi. Chi mi segue sa che la gita in battello è un classico per noi in ogni capitale europea che visitiamo, perché è un modo divertente e comodo per farsi un’idea delle città e osservarla da un punto di vista diverso. Quindi un viaggio a Londra non può essere tale senza una gita in battello.

Purtroppo non avevo prenotato prima i biglietti e i battelli della compagnia di navigazione Thames Clippers, quella con i biglietti meno cari e che applica sconti ai possessori di Oyster Card, erano già tutti pieni. Abbiamo così optato per la prima crociera disponibile con la compagnia City Cruises, pagando il biglietto di sola andata da London Eye a Tower Bridge.

viaggio a londra tamigi

Esistono vari tipi di crociere, anche più lunghe con arrivo a Greenwich o con la formula hop on/hop off, per salire e scendere a piacimento durante un’intera giornata. Prenotando on line i biglietti costano meno.

Il Tamigi è sempre stato fondamentale nella storia di Londra, che fu fondata dai Romani proprio come porto commerciale. Vedere quindi Londra da questo punto di vista è molto suggestivo. La crociera fino al Tower Bridge è dura circa una mezz’ora, si sta comodamente seduti all’aperto (se si è fortunati da trovare i posti che vanno a ruba) o al coperto (con una visione più limitata devo dire), ci sono a disposizione audioguide in italiano gratuite fino ad esaurimento.

viaggio a londra millennium bridge

Passiamo sotto i famosi ponti di Londra, tra cui il London Bridge e il Millenium Bridge, ammirando gli edifici antichi e moderni che si affacciano sul fiume. Si comincia con le Houses of Parliament e il Big Ben, per continuare con la Tate Modern, St. Paul’s Cathedral, lo Shark, fino ad arrivare al simbolo di Londra: il Tower Bridge. Che emozione arrivarci dal fiume!

Viaggi a Londra Tower Bridge

Scendiamo dal battello e prima di ogni altra cosa dobbiamo andare a pranzo! Troviamo un Pret à Manger, una buona catena di fast food con prodotti bio, mangiamo un panino ed un’insalata e poi via, si riparte!

Torre di Londra

Viaggio a Londra Tower of London

Siamo davanti alla Tower of London, uno degli edifici più antichi di Londra, nato come castello ai tempi di Guglielmo il Conquistatore (1066), per poi diventare armeria, residenza reale, prigione e luogo in cui si praticavano le esecuzioni. I bambini ameranno osservare le sue 22 torri e visitare i suoi interni, i maschietti apprezzeranno la collezione d’armi e le armature, le bimbe s’incanteranno di fronte agli incredibili gioielli della Corona. Considerate una mezza giornata qui. La Torre di Londra è proprio davanti al Tower Bridge e una sosta qui per le foto ricordo è d’obbligo in un viaggio a Londra.

Tower Bridge

Il Tower Bridge, altro simbolo di Londra, è visitabile al suo interno nel Tower Bridge Exhibition, un museo sulla storia del ponte. Da qui si può prendere un ascensore che porta in cima alla passarella pedonale di vetro ad un’altezza di 42 metri sul fiume. Noi abbiamo dovuto rinunciarvi, perché il tempo a nostra disposizione era contato, ma sono sicura che meriti una visita.

Viaggio a Londra Tower Bridge

La giornata non è ancora finita, abbiamo tutto il pomeriggio davanti, decidiamo perciò di camminare un po’ nel quartiere della City fino a St. Paul’s Cathedral, riconoscibilissima per la sua cupola imponente. Il Tamigi ci richiama ancora lungo il moderno Millennium Bridge, progettato da Norman Foster (di cui avevo già apprezzato il Reichstag a Berlino) e Antony Caro, inaugurato nel 2000 e che ci porta dritti dritti alla Tate Modern.

viaggio a londra st.paul's cathedral

Tate Modern

Una delle cose ganze di Londra è che molti musei sono gratuiti. Approfittiamo quindi per visitare la Tate Modern con i bambini. Se si annoiano presto, possiamo sempre andarcene senza aver buttato via i soldi dei biglietti. E invece i bambini non si sono affatto annoiati, anzi, di fronte all’arte moderna e contemporanea rimangono sempre affascinati, come già mi era capitato di osservare al Museo Louisiana in Danimarca.

Viaggio a Londra Tate Modern

All’ingresso con una sterlina possiamo prendere la mappa del museo e la mappa per le famiglie hello families, con tutte le info utili. E’ spiegato che non c’è un ordine da seguire nella visita. Ogni piano può essere visitato a piacimento e i bambini possono decidere liberamente cosa guardare.

Viaggio a Londra Tate Modern
Cipolla alla Tate Modern

La Tate Modern è formata da due edifici: Boiler House (sei piani) e Blavatnik House (10 piani), collegati tra loro da due ponti al primo e quarto piano.

Quello che subito colpisce è l’ingresso chiamato la Turbine Hall, la stanza delle turbine che unisce i due edifici al piano 0. Si capisce subito che in origine questo posto era una centrale elettrica. E’ davvero immenso e da qui si ha subito la prospettiva di tutto il museo.

Le collezioni permanenti si trovano nei piani 2, 3, 4 , mentre le temporanee, a pagamento, sono ai piani 2 e 3. Anche se non siete estimatori dell’arte contemporanea la Tate Modern è un museo da vedere per le sue opere originali, alcune davvero bizzare, ma soprattutto per la presenza di artisti come Warhol, Matisse, Dalì, Picasso, Mondrian, Damien Hirst, Max Hernst e molti altri. Le mostre della Tate si incentrano su diversi aspetti dell’arte contemporanea: l’impatto dei mass media, il contesto sociale e politico, l’utilizzo di materiale inusuali, il processo di creazione di un’opera. Vi lascio qualche foto delle opere (cliccateci sopra per ingrandirle).

Assolutamente da non perdere la terrazza al decimo piano del Blavatnik Building dove si ha una vista meravigliosa sullo skyline londinese.

Viaggio a Londra veduta da Tate Modern

A disposizione diversi bar e café, un ristorante, un biblioteca per famiglie, negozi, una stanza per il cambio dei bebè e un parcheggio per i passeggini.

Terminata la nostra visita, camminiamo ancora un po’ in South Bank prima di prendere la metropolitana che ci riporta verso casa, dove restiamo giusto per una breve sosta e ripartiamo alla volta di un altro quartiere interessante dove passeremo la serata: Camden. Oggi siamo proprio instancabili! Sarà l’euforia dei primi giorni di vacanza, capita anche a voi di avere un sacco di energia all’inizio di un viaggio?

Camden

Il quartiere di Camden Town è famoso soprattutto per i suo grande mercato Camden Market, dove si vende un po’ di tutto, abbigliamento vintage, accessori, cibo, per le sue stradine colorate, i suoi abitanti eccentrici e la sua fama di essere un quartiere alternativo. Per gli amanti della musica come me è anche il quartiere dove viveva Amy Winehouse e dove ha cominciato ad esibirsi nei club.

viaggio a londra camden town

Andandoci di sera notiamo che in giro ci sono in effetti tanti giovani in vena di fare festa. Locali e ristoranti non mancano, noi indecisi fino all’ultimo, optiamo per un tapas bar spagnolo e per fortuna ognuno trova qualcosa di proprio gusto da mangiare. Con i bambini il rischio di incappare in ristoranti con cucine che non amano è sempre dietro l’angolo e uscire con lo stomaco vuoto può capitare spesso. Noi grandi ci adattiamo più o meno a tutto, loro un po’ meno.

Breve giretto dopo cena, fino a quando notiamo per strada qualche personaggio che ha alzato troppo il gomito, decidiamo perciò di riprendere la metro e tornare a casa. E’ stata in effetti una giornata molto piena e i Cipolli, e non solo loro, sono distrutti. Sono stati bravi, hanno camminato e girato senza lamentarsi, o meglio senza lamentarsi più di tanto, e ora si meritano una bella dormita. Curiosi di sapere cosa faremo domani?

 

Share if you like it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *