science center napoli

La Città della Scienza a Napoli

Durante il nostro viaggio a Napoli abbiamo visitato la Città della Scienza con i ragazzi e devo dire che ci è proprio piaciuta.

In questo post vi parlerò della nostra giornata alla Città della Scienza, di quello che si può fare e vedere e vi darò i miei consueti consigli e tutte le informazioni pratiche per organizzare al meglio la visita.

La prima cosa che ho pensato dopo aver visitato la Città della Scienza è stata: “ecco un bel museo di scienze italiano moderno e interattivo che nulla ha da invidiare ai musei europei!”

città della scienza napoli corporea

L’area espositiva della Città della Scienza, o meglio il Science Center, si sviluppa su diversi edifici adibiti a musei interattivi e laboratori didattici, al cui interno i bambini e i ragazzi possono conoscere e sperimentare alcuni aspetti delle scienze naturali e dell’astronomia. Ci troviamo in una piccola città, fatta di edifici in cui entrare e uscire a piacimento, spazi comuni all’aperto e ovviamente servizi utili come un ristorante, uno science store e un bar. Una giornata intera per godersi tutto con calma (o al limite una mezza giornata) qui ci vuole tutta.

È come fare un viaggio in mondi affascinanti e diversi ed imparare cose nuove in maniera interattiva: dal micromondo degli insetti al mondo sommerso del mare, dalla macchina perfetta del corpo umano allo spazio affascinante e misterioso.

Corporea

Corporea è considerato il più grande museo interattivo d’Europa sul corpo umano. Ed in effetti c’è da crederci. L’area espositiva si sviluppa su ben 5000 mq disposti su 3 piani, in oltre 100 postazioni dedicate alla conoscenza del corpo umano.

La parola d’ordine qui è toccare. Ma non solo. Durante la visita si correrà, si guarderà, si ascolterà, si annuserà, si guideranno dei simulatori, si sentirà il battito del proprio cuore, si scopriranno le nostre reazioni agli stimoli. Tutti i nostri sensi saranno coinvolti. I bambini capiranno il funzionamento del corpo umano sotto forma gioco, di esperienza diretta e di esperimenti pratici.

città della scienza corporea napoli
corporea napoli

Le scienze in questo modo sembrano più semplici e anche noi adulti scopriamo e capiamo aspetti interessanti del nostro corpo che magari non avevamo mai considerato.

Com’è fatto lo scheletro e quali movimenti riesce a fare lo si impara improvvisando un balletto davanti ad uno schermo.

Il battito del nostro cuore non si ascolta con strani strumenti del dottore, ma semplicemente appoggiando le mani su un piano collegato ad una sfera piena di pallini. Più veloce è il nostro battito e più i pallini rimbalzeranno. I bambini provano allora ad abbassare il proprio battito, rilassandosi e facendo lunghi respiri; adesso anche i pallini iniziano a rimbalzare più lentamente.

Quello che sembra un videogioco attrae il nostro adolescente che, joystick in mano e occhi puntati sullo schermo, inizia un viaggio all’interno del sistema circolatorio. Si viaggia tra arterie e vene ed è lui che deve guidare correttamente la macchina.

città della scienza napoli corporea

Come si produce calore? Riuscite a dare fuoco ad una nocciolina? Cominciate a muovervi e a ruotare delle maniglie il più velocemente possibile e lo scoprirete.

corporea napoli

Conoscete la vostra soglia di sopportazione dello stress? Come avviene il concepimento? Che rumore fanno i nostri organi quando mangiamo? Queste e altre domande troveranno risposta a Corporea.

Ci sono così tante postazioni interessanti e divertenti che è impossibile raccontarvele tutte e non voglio nemmeno togliervi la sorpresa. È sicuramente un museo perfetto per i bambini, che ci è piaciuto tanto. I miei figli non facevano che correre da una postazione all’altra ed è stato difficile portarli via. Incredibilmente pure il preadolescente.

Planetario 3D

Se lo spazio e le stelle vi affascinano questo è il posto per voi. Il Planetario della Città della Scienza è il più grande e avanzato planetario 3D in Italia, con una capienza di 113 posti a sedere all’interno di una cupola dal diametro di 20 metri.

città della scienza

Più volte al giorno, in orari specifici (bisogna prenotare i posti in anticipo), vengono proiettati a rotazione quattro spettacoli, di cui uno in 3D, che vi faranno letteralmente volare nello spazio.

Mondi Lontani: la ricerca dei pianeti extrasolari e Dalla Terra all’Universo sono spettacoli 2D adatti ad ogni età, mentre Vita e Morte di una Stella è consigliato dagli 11 anni in su.

Noi abbiamo assistito allo spettacolo 3D Robot Explorer, l’affascinante viaggio che le sonde spaziali hanno compiuto negli ultimi decenni. Qui vediamo quello che questi robot spaziali hanno scoperto e grazie alle immagini che ci hanno mandato sembra di essere in uno dei tanti pianeti del nostro sistema solare.

Qualsiasi spettacolo scegliate sarete trasportati nei misteri dell’Universo e il divertimento è assicurato per grandi e piccini.

Non è possibile fare foto all’interno del Planetario, ma fidatevi che merita proprio.

Mostra Mare

Il mare e i suoi abitanti affascinano sempre i bambini e la Mostra Mare della Città della Scienza è un luogo che i bambini, soprattutto i più piccoli, ameranno particolarmente.

città della scienza napoli mostra mare

L’area espositiva, sebbene non molto ampia, si concentra sugli ecosistemi marini del Mediterraneo, sulle specie marine dei nostri mari e sul rapporto con l’uomo nel corso dei secoli. E’ affrontato quindi il tema della pesca e delle risorse ittiche e quello del dissesto idrologi.

Ma quello che più affascina i bambini sono gli acquari con i pesci e gli ambienti marini ricostruiti.

C’è una piccola area per i più piccini dove poter fare semplici laboratori e colorare i tema marino.

Insetti & CO.

La mostra Insetti & Co. ci fa conoscere da vicino molti amici a sei zampe per capire come vivono, cosa mangiano, come si riproducono e come si mimetizzano.

città della scienza napoli insetti & co.

Un’occasione per affrontare le proprie paure verso ragni e insetti di ogni tipo.

Alcuni insetti sono veramente carini come l’insetto stecco, altri, per quanto mi riguarda, più inquietanti, ma per i bambini hanno un fascino particolare che li terrà incollati alle teche di vetro.

Città della Scienza: informazioni pratiche e prezzi

La Città della Scienza è aperta tutti i giorni escluso il lunedì dalle 9 alle 17, i giorni festivi dalle 10 alle 18.

Il biglietto per accedere alla Città della Scienza costa 10 euro per gli adulti, 7 euro per i bambini dai 3 ai 17 anni.

Per accedere al Planetario è necessario un biglietto a parte, comprensivo della prenotazione di giorno e orario dello spettacolo prescelto, al costo di euro 5.

È conveniente acquistare il biglietto cumulativo Science Center+Planetario al costo di 13 euro/10 euro.

Vi consiglio di acquistare i biglietti on line ed evitare le code.

La Città della Scienza si trova a Bagnoli, a circa 10 km dal centro di Napoli.

Il mezzo più comodo e veloce per arrivarci è l’auto, c’è un parcheggio a pagamento (3 euro).

Con i mezzi pubblici (metro+bus) si impiega circa 1 ora e 20 minuti.

Noi abbiamo preso un taxi che è tornato a prenderci anche al ritorno, accordandoci sul prezzo (circa 20/3 euro a seconda delle persone). Ci sono delle tariffe concordate per raggiungere la Città della Scienza in taxi.

All’interno della Città della Scienza si trova un bar un ristorante vista mare e lo Science Store.

Nei weekend sono organizzate diverse attività per le famiglie e laboratori scientifici che cambiano spesso. Tenete sotto controllo il sito della Città della Scienza per rimanere sempre aggiornati.

Ringrazio la Città della Scienza per gli ingressi omaggio che ci ha fornito.

Share if you like it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *